Contatti: tel. 0362.52.751 mail ilmobile@ilmobile.it | Orari Apertura: Mar – Sab 9:30 – 12:30 | 15:00 – 19:30 Dom pomeriggio su appuntamento

COME ARREDARE UNA CUCINA MODERNA: ALCUNI SUGGERIMENTI DAI NOSTRI ARREDATORI

COME ARREDARE UNA CUCINA MODERNA: ALCUNI SUGGERIMENTI DAI NOSTRI ARREDATORI

La cucina è il cuore pulsante della casa, il centro della vita domestica e il luogo dove la famiglia trascorre la maggior parte del tempo in casa, soprattutto se, come sempre più spesso capita nelle case nuove, essa costituisce un ambiente unico con la zona living.

Proprio per questo suo ruolo centrale nella vita quotidiana di ogni famiglia, la sua progettazione deve essere studiata nei minimi particolari per garantire massima fruibilità e funzionalità. Una cucina moderna è molto versatile e ben si adatta ai gusti più diversi e alle differenti esigenze di ognuno. La disposizione di una cucina dipende ovviamente sia dalle dimensioni che si hanno a disposizione sia dalle abitudini di chi la utilizza. Tra le diverse configurazioni possibili possiamo avere cucine lineari, cucine angolari, cucine con isola o penisola.

La cucina con sviluppo lineare è estremamente versatile e si presta bene sia all’inserimento in cucine piccole e poco profonde che in grandi ambienti magari completati da un’isola. Ha la particolarità di concentrare tutte le funzioni di preparazione su un’unica parete. Una variante di questa tipologia è lo sviluppo su fronti paralleli con spazio centrale per il movimento, una possibilità è quella di sviluppare su di una parete tutte le basi e i pensili con i fuochi e il lavello e su quella opposta le colonne.

La cucina a “L” permette la disposizione dei mobili su due pareti attigue. È generalmente molto apprezzata in quanto ergonomicamente comoda per lavorare in due persone contemporaneamente se si posizionano i fuochi su di un lato e il lavello sull’altro.

Un’evoluzione della cucina a “L” può essere considerata anche la cucina con penisola che tendenzialmente si utilizza negli ambienti unici dove la porzione libera fa da divisorio tra la zona operativa e la zona living. Molto spesso sulla penisola viene ricavato un piano snack per permettere a due o più persone di fare colazione o di pranzare velocemente senza ricorrere al tavolo da pranzo. La penisola in questo caso, avendo l’altezza delle basi della cucina o poco più avrà necessità di avere degli sgabelli, mentre se si preferisce un piano penisola ribassato a quota tavolo, che riveste in maniera vera e propria questa funzione all’interno della stanza, si utilizzeranno delle sedie classiche.

La soluzione forse più desiderata in assoluto ma anche la meno applicabile nelle case comuni è sicuramente la cucina con isola. Data l’importanza che riveste grazie alla sua estetica diventa il fulcro della stanza, è molto scenografica ma necessita di ampie metrature per poter esprimere al meglio la sua potenzialità e per essere fruibile al massimo.

Le cucine moderne si declinano in diversi stili, da quelle minimaliste o di ispirazione scandinava a quelle industrial, da quelle bianche a quelle in acciaio tipo professionali. Ciò che determina principalmente l’estetica finale della cucina è sicuramente la finitura delle ante. Queste ultime possono essere realizzate in truciolare rivestito in laminato o in MDF che vengono poi laccate con finitura lucida oppure opaca, in legno massello o impiallacciate, in acciaio o in vetro temprato. La scelta della tipologia di anta sarà dettata da quanto si vuole spendere oltre che dall’aspetto estetico finale che si vorrà ottenere ma anche dalla praticità di pulizia e di resistenza. La soluzione più comunemente usata è quella del laminato perché molto robusto e offre un’ampia gamma di finiture che vanno dai colori pieni all’effetto legno o all’effetto materico tipo cemento. Il Fenix è un laminato di ultima generazione, con prestazioni funzionali molto elevate e una resa estetica particolare data dalla setosità al tatto e dall’opacità alla vista. È un materiale anti-impronta, anti-muffa e idrorepellente che può essere riparato termicamente in caso di micrograffi. Le ante laccate sono più pregevoli dal punto di vista qualitativo ma anche molto più delicate delle precedenti. Le ante in vetro montate su telai in alluminio sono molto resistenti e igieniche in quanto non assorbono lo sporco tipico dato dal cucinare.

Altro elemento che contribuisce fortemente all’aspetto estetico della cucina è il top. Nelle cucine moderne questo elemento viene declinato in una molteplicità di materiali con caratteristiche differenti e prezzi anche molto diversi gli uni dagli altri. Come per le ante anche per il top viene spesso impiegato il laminato anche in questo caso con la sua infinita serie di finiture. Ha un buon rapporto qualità prezzo e un’alta resistenza all’umidità, più scarsa invece la resistenza al calore quindi si consiglia vivamente di evitare il contatto diretto con pentole molto calde che potrebbero rovinarlo. Evoluzione di questa tipologia di top è il laminato stratificato, o HPL, che offre anch’esso moltissime finiture differenti sia materiche che lisce e a differenza della prima consente di posizionare i lavelli sottotop grazie alla sua idrorepellenza.

Il quarzo e i suoi derivati costituiscono una delle opzioni più quotate quando si parla di top. Si tratta di lastre costituite da una mescola di quarzo, resine e pigmenti che gli conferiscono grande resistenza al calore, ai graffi e alle macchie. Si tratta di un materiale molto versatile, non poroso che per la sua brillantezza naturale conferisce luminosità ed eleganza alla cucina nel suo insieme. Un altro materiale molto di moda che deve la sua notorietà alle elevate performance e alla vastità di finiture che possiede è il top in grés o ceramica. Materiale compatto ultraresistente sia alle abrasioni che alle alte temperature è costituito da una miscela di vetro, quarzo e ceramica. Con queste ultime due tipologie di top è possibile realizzare sia lavelli sottotop che vasche integrate per una resa estetica molto sofisticata.

Nelle cucine moderne poi, a completamento del top, si procede con l’inserimento di un’alzatina o sempre più spesso di un vero e proprio schienale che copre interamente lo spazio tra basi e pensili in un continuum molto elegante. Quest’ultima soluzione permette di evitare il classico posizionamento di piastrelle nella zona del paraschizzi.

Un ultimo tocco che può impreziosire questo ambiente, piccolo o grande che sia, è sicuramente l’uso di strisce led sottopensile per illuminare in maniera omogenea il piano di lavoro. L’uso della luce non è mai da sottovalutare quando si tratta di arredare un ambiente e in cucina a maggior ragione oltre che per resa estetica costituisce un elemento funzionale che si inserisce con discrezione in qualsiasi progetto donandogli carattere e personalità.

Infine ogni ambiente, anche il più piccolo, con la giusta progettazione e attenzione può essere trasformato in una cucina funzionale e bella che deve rispecchiare totalmente i suoi proprietari, perché essendo lo spazio di aggregazione per eccellenza della casa deve essere un luogo in cui ci si sente a proprio agio.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Rimani aggiornato

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Cliccando su “ISCRIVITI” dichiari di aver letto l’informativa privacy e acconsenti al trattamento dei tuoi dati

Seguici su:

Più letti