Contatti: tel. 0362.52.751 mail ilmobile@ilmobile.it | Orari Apertura: Mar – Sab 9:30 – 12:30 | 15:00 – 19:30 Dom pomeriggio su appuntamento

COME REALIZZARE LA CABINA ARMADIO PERFETTA PER OGNI STAGIONE

COME REALIZZARE LA CABINA ARMADIO PERFETTA PER OGNI STAGIONE

Chi non ha sognato almeno una volta nella vita, magari guardando film o serie tv, di avere una cabina armadio nella propria abitazione?

È un desiderio ricorrente e, anche se di solito nell’immaginario comune la cabina armadio è destinata solo alle case dalle grandi metrature, in realtà è possibile ricavarla anche in ambienti più ridotti.

Una volta individuato lo spazio adeguato alla realizzazione di questo arredo, che sia costituito da una sola parete, una soluzione con sviluppo angolare o un’intera stanza, ossia un vero walk-in closet, è possibile iniziare a capire come sfruttare lo spazio a disposizione. Questo deve essere ottimizzato e organizzato al centimetro, così da avere sempre tutto in ordine e a portata di mano.

Per poter procedere con questa operazione è necessario innanzitutto capire quante persone utilizzeranno la cabina armadio e poi la tipologia e quantità di indumenti e accessori che dovrà contenere. Se lo spazio dovrà essere diviso tra più persone sarà bene distinguere nettamente le aree destinate a ciascuno e organizzarle a seconda delle differenti necessità.

Che sia compatta e super-accessoriata, oppure spaziosa, l’importante è che venga tenuta sempre in perfetto ordine.

Sì perché proprio l’organizzazione a priori di vestiti, scarpe e accessori è ciò che differenzia una soluzione ben studiata e funzionale da una caotica. Proprio per l’importante ruolo di arredo che riveste all’interno della nostra abitazione è necessario che la cabina armadio abbia un suo carattere ben definito e che si adatti allo stile generale.

L’aspetto estetico finale è determinato anche e soprattutto dalla tipologia di guardaroba che si sceglie: a vista, chiusa da ante scorrevoli o battenti, che possono essere riflettenti, semi trasparenti oppure opache.

Una volta stabilito l’involucro esterno si può passare allo spazio interno che vanta una quantità di accessori e soluzioni ad hoc per le esigenze più diverse. Per poter accessoriare al meglio la cabina armadio è necessario innanzitutto suddividere i capi a seconda delle diverse stagioni. Se l’ampiezza è tale da mantenere tutto a vista bisognerà pensare a diverse sezioni verticali destinate al guardaroba autunno-inverno e a quello primavera-estate, mentre se lo spazio è più ridotto si dovrà obbligatoriamente optare per una rotazione di abiti e accessori secondo il più classico “cambio stagione”.

Una volta fatta la distinzione per stagioni si deve procedere a suddividere i capi per tipologia, vedi ad esempio abiti, giacche e cappotti, camicie e bluse, pantaloni e jeans, maglioni, ecc. così da capire quanta appenderia sarà necessaria e anche quanti ripiani e/o cassetti andranno predisposti. Solo a questo punto infatti è possibile iniziare ad attrezzare la cabina armadio.

Lo spazio interno di una cabina armadio è generalmente composto da porzioni con sviluppo verticale accostate una all’altra che è possibile organizzare con tantissime attrezzature differenti a seconda dell’oggetto che vi andrà riposto: ad esempio barre appendiabiti, cassetti, ripiani, porta-pantaloni estraibili, porta-cravatte, vassoi partizionati per cinture, foulard o piccoli accessori come orologi e occhiali da sole, ecc.

La porzione centrale, che è quella più facile da raggiungere, andrà studiata con barre appendiabiti e ripiani. Per gli abiti lunghi e i cappotti è necessario prevedere una zona appenderia di almeno 150-160 cm di altezza che può essere posizionata anche nell’angolo così da sfruttare al meglio questa porzione meno agevole, mentre per giacche, camicie e pantaloni sono sufficienti spazi alti dai 100 ai 130 cm. I ripiani sono utili per riporre tutti i capi piegati oltre a borse e magari scarpe.

I vani più in alto andranno sicuramente destinati a ciò che viene utilizzato meno frequentemente come coperte, piumoni, valigie e biancheria da casa non di uso quotidiano. Delle scatole in tessuto di varie dimensioni tutte coordinate possono aiutare a contenere oggetti vari mantenendo l’ordine e l’estetica generale.

Nella parte bassa invece si potranno prevedere cassetti di varie dimensioni per la biancheria oppure ripiani appositi per le scarpe.

L’illuminazione è un argomento fondamentale quando si tratta di cabina armadio. È possibile infatti prevedere un’illuminazione integrata con sensori di presenza, così da facilitare l’individuazione del capo o dell’accessorio prescelto. Questa soluzione è molto scenografica e di effetto oltre che funzionale.

La luce andrà intensificata nella zona destinata ad indossare gli abiti.

Importante è anche l’inserimento di uno specchio a figura intera visto che lo scopo principale di una cabina armadio è proprio quello di poter creare un look completo senza dover girare per le diverse stanze della casa alla ricerca di tutto ciò che ci serve.

Se poi la metratura lo permette è possibile anche prevedere uno specchio a mezzo busto per truccarsi e uno piccolo a terra specifico per le scarpe. Anche la profumazione dell’ambiente può dare quel tocco in più a questo luogo, rendendolo ancora più gradevole e accogliente: un vero e proprio rifugio personale.

In ultimo, sempre se lo spazio lo consente, può essere utile prevedere un pouf o una seduta comoda per indossare le calzature oltre che per appoggiare i capi nel momento in cui ci si deve vestire.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Rimani aggiornato

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Cliccando su “ISCRIVITI” dichiari di aver letto l’informativa privacy e acconsenti al trattamento dei tuoi dati

Seguici su:

Più letti